Non posso essere la tua mamma, ora…”: una donna scrive sull’aborto che sta per compiere

Lettera riguardante un aborto e che comincia così: “avrò un aborto venerdì prossimo…“.

La lettera, indirizzata al bambino che non nascerà, è stata postata su Reddit dove la donna, la cui identità rimane anonima, così come la sua età, prosegue poi in questo modo:

Mi spiace che questo sia un addio. Mi dispiace che non ci incontreremo, avresti potuto avere gli occhi di tuo padre e il mio naso e avremmo potuto istituire le nostre tradizioni, diventare una famiglia. Ma, piccola cosa, ci incontreremo di nuovo. La prossima volta che vedrò quelle linee blu in più, in cui sarai nella mia stessa realtà, sarò pronta“.

La donna prosegue dichiarando di non essere pronta ad accogliere la creatura, perché lei stessa non ancora abbastanza cresciuta.

Piccola cosa, io voglio che tu sia felice, più di quanto lo voglia per me stessa. Ed è per questo che non posso essere la tua mamma ora. Perché anch’io sto ancora crescendo e non sarebbe giusto portare una nuova vita in questo mondo quando anch’io sono ancora perseguitata dai fantasmi della vita che ho vissuto. Vorrei che tu avessi le cose che non ho avuto io da bambina. Vorrei che tu fossi meglio di quanto lo sono stata io e ancora più magnifico di quanto potrei esserlo. Non posso fare quello che è stato fatto a me: piantare un seme fatto di amore e spontaneità in un giardino e sperare che cresca solo grazie ai sogni. L’amore e la spontaneità sono bellissime ma hanno davvero poco merito. E mentre sono piena di sogni devo ammettere che questi non sono abbastanza per costruire un futuro migliore. Non posso portarti qui. Non in questo modo“.

Gli utenti di Reddit non sono rimasti indifferenti a questa lettera e alcuni si sono addirittura offerti di adottare il bambino o le hanno dato dei consigli in caso volesse scegliere per l’adozione.

Un altro utente, tale Kab1980, ha provato a rispondere alla missiva della mamma in questo modo:

cara mamma, grazie per avermi fatto sapere i tuoi piani per il prossimo venerdì. Avevo giusto cominciato a pensare di trascorre un po’ più di tempo con te. Vedi, ho appena cominciato a crescere, ma penso che sarò davvero un bravo bambino con te. Ho sentito la musica che ascolti e mi piace, vorrei cantare per te! Vorrei tenere la tua mano e toccare il tuo volto mentre mi tieni in braccio e mi guardi negli occhi e mi dici che mi ami perché so che una volta che mi vedrai mi amerai. Mamma, vorrei dirti che non sono una piccola cosa, sono un essere umano, con dei sentimenti. Lo so che lo dirai la prossima volta che mi terrai, ma mamma non sarò io, saranno il mio fratellino o la mia sorellina. So che hai detto di non essere pronta per me, ma io ho bisogno di te ora. Per piacere mamma lascia che io ti ami”.

Altre persone hanno condiviso le proprie esperienze di aborto e sostenuto l’autrice della prima lettera che ha poi risposto a quanti le hanno scritto:

“grazie, grazie, grazie. Mi sento male per non volere qualcosa e volerla nello stesso tempo. Ma ora che so di non essere sola mi sento meglio. Ora che ho tirato fuori tutto c’è meno confusione nella mia testa”.

 

 

fonte

Be the first to comment on "Non posso essere la tua mamma, ora…”: una donna scrive sull’aborto che sta per compiere"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.