Annulla il matrimonio, ma non rinuncia al ricevimento e lo offre bisognosi

Eire Sun doveva sposarsi, era tutto organizzato, cerimonia, banchetto, vestito, ma poi è saltato tutto.

Le nozze sono state annullate e il fidanzamento si è rotto. Mancavano solo due mesi, la chiesa, il ricevimento, gli addobbi, il buffet, la torta tutto prenotato, 8.000 dollari anticipati ma lei era tornata single e il futuro marito non esisteva più.

E allora, malgrado la grossa delusione, la donna ha deciso di sfruttare al meglio quel poco che era rimasto del suo matrimonio e ha organizzato un pranzo per i bisognosi.

E la tristezza è stata curata così: nel luogo dove era stato prenotato il ricevimento, l’Harol Pratt House nell’Upper East Side di Manhattan, un posto da sogno, sono arrivati i palloncini, i ghiaccioli, il buffet, le sessioni di body art e i bambini delle famiglie bisognose, che non avevamo mai avuto la possibilità di partecipare ad un evento simile, hanno vissuto una favola. Eire poi, per rendere l’atmosfera ancora più bella, ha indossato il suo abito da sposa.

“Anche se non posso essere la principessa del giorno del mio matrimonio, tutti questi bambini possono avere la sensazione di essere principi e principesse. Oggi mi sono sentita molto felice”, ha dichiarato la donna. Un esempio bellissimo che ci fa capire quanto sia inutile spendere tantissimi soldi per una cerimonia e quanto, con poco, si può regalare un sogno a chi le favole non le vive mai.

Be the first to comment on "Annulla il matrimonio, ma non rinuncia al ricevimento e lo offre bisognosi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.