25 modi per dimostrare a vostra moglie che la amate

Il matrimonio è in crisi, e il tasso di divorzio è ormai arrivato a quasi il 50% delle unioni. Anche se la Chiesa ha sempre difeso l’indissolubilità del matrimonio, i cattolici divorziano tanto quanto gli altri. È questa la triste realtà.

Le cause della crisi del matrimonio sono numerose, ma le soluzioni, i modi per porvi rimedio, sono semplici.

Non possiamo cambiare il matrimonio altrui, ma possiamo cambiare il nostro.

1. Ascoltatela e prestare sempre attenzione a ciò che vi vuole dire.

2. Mostratevi affettuosi a livello fisico, ma non con un affetto puramente sessuale.
3. Sorprendetela con dei fiori.
4. Portatela a cena fuori (senza i bambini).
5. Compratele un libro che sapete che vuole leggere (o almeno pensate a cosa le piacerebbe leggere).
6. Scrivetele piccole parole d’amore (almeno una volta al giorno).
7. Anticipatela, non datele la possibilità di lavare i piatti.
8. Fate qualcosa della lista di compiti che vi ha affidato.
9. Se avete un bambino, cambiategli i pannolini.
10. Permettete che esca con gi amici e le amiche mentre voi vi prendete cura dei bambini.
11. Tenetele aperta la porta per farla passare.
12. Pregate con lei e per lei.
13. Chiedetele scusa quando l’avete offesa.
14. Perdonatela sempre e non serbate rancore.
15. Chiedetele consiglio.
16. Conoscete i temi che la irritano, quindi evitateli.
17. Accompagnatela a fare la spesa, a correre, ovunque voglia.
18. Digiunate per lei.
19. Comprendetela e confortatela, dissipate le sue paure.
20. Parlatele del vostro modo di vedere la vita.
21. Fatele dei complimenti.
22. Baciatela in pubblico e davanti ai bambini.
23. Prendetela per mano.
24. Rinunciate a qualcosa che vorreste fare a favore di qualcosa che vorrebbe fare lei.
25. Non la criticate… elogiatela!

Riassumendo, amatela come il primo giorno.

 

(Aleteia)

Be the first to comment on "25 modi per dimostrare a vostra moglie che la amate"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.