“Licenziarono mia moglie incinta, non sarò come loro”

“Licenziarono mia moglie incinta, non sarò come loro” imprenditore di Mestre assume Martina al nono mese di gravidanza. Arriva da Mestre una delle notizie più belle di questa giornata.

Martina, 36 anni incinta della secondogenita che nascerà fra dieci giorni ,ha firmato un contratto di assunzione con un’agenzia di web design grazie a un imprenditore che è andato oltre la sua gravidanza. Martina inizierà a lavorare tra cinque mesi e in un mondo del lavoro dove le donne e le mamme sono discriminate e fatte fuori anche solo alla prospettiva di una maternità, le competenze professionali e le capacità vengono finalmente premiate.

Racconta il titolare Samuele Schiavon a Il Corriere della Sera : “Licenziarono mia moglie incinta, non sarò come loro”, “A noi interessava l’obiettivo, a prescindere dalla situazione personale di Martina, volevamo proprio lei per le sue competenze e capacità”,”E’ la migliore, non ho dubbi, e voglio investire su di lei” sottolinea anche l’altro socio Stefano Serena. “Ancora non ci credo” dice Martina, ma è felicissima, aveva superato il colloquio al settimo mese di gravidanza ma mai avrebbe immaginato che quel posto sarebbe stato suo.

Be the first to comment on "“Licenziarono mia moglie incinta, non sarò come loro”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.