La diagnosi dei medici senza pietà: ”Sua figlia ha la leucemia”.

Ayisha, 13 anni, era arrivata all’ospedale per un semplice dolore ma quello che scoprono scoinvolge la famiglia. Ora lotta tra la vita e la morte: cosa è successo a questa piccola ma grande ‘lottatrice’

I genitori erano convinti fosse una forte tonsillite, ma si sono trovati davanti una realtà più dura.  Ayisha, 13 anni, di Manchester, ha scoperto di avere la leucemia dopo aver sofferto per un anno di forti mal di gola. Il dolore che aveva afflitto la piccola nell’ultimo periodo non era nient’altro che un cancro in stadio avanzato e la scoperta è avvenuta solo dopo una diagnosi sbagliata. Infatti, i medici che avevano controllato Ayisha avevano rassiccurato i genitori che pensavano si trattasse di una banale tonsillite da curare con gli antibiotici. Ma quando la 13enne ha cominciato a perdere peso proprio perché mangiare e deglutire per lei era diventato impossibile, la mamma e il padre hanno deciso di farle fare delle analisi più approfondite. La diagnosi ricevuta è stata spaventosa: leucemia mieloide acuta, una forma aggressiva di cancro al sangue. Ayisha è ora ricoverata presso il Manchester Children’s Hospital, dove ha da poco iniziato il suo secondo ciclo di chemioterapia. La mamma Jayne, 40 anni, ha affermato che il cancro della figlia può essere “curato” ma solo se la ragazza riceve un trapianto di midollo osseo.

“Ci avevano detto che era una tonsillite. – ha spiegato la mamma – A maggio abbiamo notato che stava perdendo peso rapidamente e con mio marito abbiamo pensato a un disturbo alimentare”. La coppia ha portato Ayisha all’ospedale di Blackpool Victoria per effettuare le analisi del sangue. Il giorno dopo all’adolescente è stata diagnosticata una leucemia mieloide acuta, ed è stata trasferita a Manchester Children’s Hospital. Mamma Jayne ha detto: “È stato scioccante. La prima cosa che lei ha detto è ‘sto per perdere i miei capelli?’ Io le ho detto ‘sì”.

“Pensavo che sarebbe stata sconvolta – ha proseguito la donna – invece è stata forte, ha reagito davvero bene. In questo mese abbiamo conosciuto anche gli altri ragazzi che si trovano al Manchester Hospital, nella stessa situazione di nostra figlia. I bambini sono così forti, è incredibile”. “Pensavamo la chemioterapia sarebbe bastata, ma i medici ci hanno detto che avrebbe bisogno di un trapianto di midollo osseo”. I suoi genitori sperano che i suoi fratelli Joshua, di 17 anni, e Connor, di 16 anni, possano essere compatibili per il trapianto. La famiglia sta affrontando con coraggio la malattia, tutti sono vicini alla giovane 13enne in questo momento difficile, consapevoli del fatto che per lei sarà un percorso molto doloroso.

Be the first to comment on "La diagnosi dei medici senza pietà: ”Sua figlia ha la leucemia”."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.