“Le mie gravidanze? Ho sofferto di depressione post partum. Sentivo di non essere all’altezza di fare la madre”

Ivanka Trump

“È stato un periodo molto difficile per me” afferma Ivanka Trump, la figlia del presidente degli Stati Uniti, dichiarando che per uscirne si è affidata alla meditazione.

Le gravidanze non sono sempre rosa e fiori. Neanche quelle di Ivanka, la figlia prediletta del presidente Americano, che, in un’intervista del programma televisivo “The Dr. Oz Show”, ha parlato delle difficoltà avute in seguito alla nascita dei suoi tre bambini.

“Ho sofferto di depressione post partum, in qualche modo, con ognuno dei mie tre figli. È stato un periodo molto arduo ed emotivo per me sentivo come se non potessi essere all’altezza delle mie potenzialità di genitore, imprenditrice o manager. Ho avuto tre gravidanze molto facili, per questo la depressione mi ha colpita ancora più duramente.”

Ivanka TrumpLa figlia di Donald Trump, ha 35 anni ed una donna in carriera, sposata con Jared Kushner, ha dato alla luce il suo ultimo figlio da appena un anno. Infatti, Theodore, è l’ultimo nato in casa Trump, terzo di altri due figli: Arabella, 6 anni, Joseph di 3.

Nel corso dell’intervista, ripresa da Vanity Fair, Ivanka ha fatto sapere il motivo che l’ha spinta a parlare pubblicamente  riguardo uno degli aspetti più tormentati della sua vita privata:

“Ho deciso di parlarne perché si tratta di un argomento molto importante. Io sono una donna impegnativa, ambiziosa, appassionata ma questo è un tema che riguarda i genitori di tutto il mondo. Per uscirne sono affidata anche alla meditazione, che continuo a praticare ogni mattina. Mi bastano venti minuti per ricaricarmi.”

C’è da dire che, come ad Ivanka, la depressione post-partum negli Stati Uniti interessa circa quattrocentomila donne ogni anno, mentre in Italia circa l’8% delle donne.

Be the first to comment on "“Le mie gravidanze? Ho sofferto di depressione post partum. Sentivo di non essere all’altezza di fare la madre”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.