Bonus asilo nido confermato nella Legge di Bilancio 2018, come funzionerà

Bonus asilo nido

Nella legge di Bilancio 2018 è ancora previsto il bonus per l’asilo nido: il sostegno, erogato in base alle ore di asilo. Tale agevolazione fornisce aiuto ai genitori nel pagamento delle rette, ma anche le famiglie con bimbi gravemente malati (al di sotto dei 3 anni)

Nella legge di Bilancio 2018, sarà ancora previsto il bonus per l’asilo nido, già introdotto l’anno scorso. Tutto sembra rimasto invariato: mille euro l’anno per tre anni e spetta alle famiglie con figli piccoli, indipendentemente dal loro reddito ISEE.

È stata introdotta una novità, infatti, il bonus sarebbe stato esteso anche ai bambini (al di sotto dei 3 anni) malati cronici che necessitano di cure domiciliari e che, pur non andando all’asilo, hanno comunque necessità di assistenza aggiuntiva.

I soldi verranno erogati dall’INPS in unica soluzione, dopo una presentazione specifica da parte dei genitori del bambino.

Quindi per ottenere il bonus:

Bonus asilo nido1. Il bambino deve essere nato a partire dall’1° gennaio 2016 e deve essere iscritto all’asilo nido.

2. Non viene erogato in base al reddito ISEE, ma è a prescindere dal reddito.

3. Il piccolo deve avere la stessa residenza della mamma o papà richiedenti.

4. Il genitore richiedente deve avere cittadinanza italiana, comunitaria o extracomunitaria (in questo caso, è richiesto il permesso di soggiorno o la carta di soggiorno).

Il bonus nido viene dato dall’INPS a favore del genitore, ma è necessario presentare la domanda corredata dalla documentazione che attesta l’avvenuto pagamento della retta per l’asilo nido.

Le domande per ottenere il bonus possono essere presentate entro il 31 dicembre e i bonus verranno erogati fino al raggiungimento del limite massimo complessivo previsto (144 milioni di euro per l’anno 2017, 250 milioni di euro per l’anno 2018, 300 milioni di euro per l’anno 2019 e 330 milioni di euro annui a decorrere dal 2020) in base all’ordine di presentazione telematica delle richieste.

Con la stessa Legge di Bilancio, oltre al bonus asilo nido, sono state introdotte altre misure a sostegno delle famiglie con figli: ci sarebbe anche il «bonus mamma domani» e pure il voucher baby sitter. Il bonus bebè, anche chiamato «assegno di natalità», invece, non sarebbe stato rinnovato.

Be the first to comment on "Bonus asilo nido confermato nella Legge di Bilancio 2018, come funzionerà"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.