Festeggia con gli amici il fidanzamento ufficiale con l’uomo della sua vita. Poche ore dopo, però, la sorella sente strani rumori dalla stanza della donna: una tragedia orribile

0
20
Ivan Griffin
Undated Metropolitan Police handout photo of Sabrina Mullings, taken around three years ago in summer 2014. Ivan Griffin, 24, is facing life behind bars for stabbing his girlfriend Sabrina at her home in Upper Norwood, south London. PRESS ASSOCIATION Photo. Issue date: Sunday November 29, 2015. See PA story COURTS Griffin. Photo credit should read: Metropolitan Police/PA Wire NOTE TO EDITORS: This handout photo may only be used in for editorial reporting purposes for the contemporaneous illustration of events, things or the people in the image or facts mentioned in the caption. Reuse of the picture may require further permission from the copyright holder.

Ivan Griffin

Doveva essere un giorno di gioia e spensieratezza: festeggiare tutti insieme l’inizio di un grande amore destinato a finire nell’inevitabile lieto fine. Ma non è andata così, la festa si è trasformata in una terribile tragedia che ha sconvolto una paese intero.

Ivan Griffin, 24 anni, ha infatti ammazzato a colpi di coltello la compagna Sabrina Mullings, di 38 anni, poche ore dopo aver realizzato insieme a lei una festa per annunciare ad amici e parenti il loro fidanzamento ufficiale. Tra i regali ricevuti vi era l’arma del delitto, usata dopo la festa per compiere il brutale omicidio. Tutto è avvenuto nella casa dove i due vivevano, a Croydon, a sud di Londra. Al momento dell’arresto, in evidente stato di choc, ha raccontato alla polizia di averlo fatto per soddisfare “le richieste che gli aveva fatto il diavolo”. In passato non aveva mai dato segni di squilibrio. Ad avvisare la polizia è stata la sorella della vittima, che si era spaventata per i rumori sentiti all’improvviso nel cuore della notte: prima delle urla, poi una serie di colpi sordi. Preoccupata e spaventa, si è chiusa a chiave in camera e ha chiamato la polizia, che è arrivata subito sul posto per capire cosa stesse accadendo.

Ivan Griffin

Quando non ha sentito più nulla, la sorella è scesa con molta cautela al piano inferiore per capire cosa fosse accaduto. Ivan, però, si era chiuso all’interno di una delle stanze della casa, rifiutandosi di aprire la porta nonostante le richieste della ragazza, preoccupata per la sorella Sabrina. “Lo sentivo urlare frasi senza senso- ha dichiarato la sorella della vittima al Sun – diceva ‘ho dovuto farlo, dovevo salvare la sua anima’. Parlava del diavolo. Ho subito capito che era successo qualcosa di terribile. Speravo solo non fosse troppo tardi”. Sabrina è stata in seguito ritrovata senza vestiti addosso in una pozza di sangue.

A ucciderla lo stesso Ivan che, prima di consegnarsi alla polizia, si era anche ferito al collo e allo stomaco, in maniera superficiale. Si è scusato per quanto fatto, sostenendo che le sue azioni erano necessarie, e si è fatto arrestare senza nessuna resistenza. Gli amici e i famigliari di Sabrina, distrutti per la loro perdita, piangono per la scomparsa di una persona “sorridente, solare, con un grande talento artistico. Credeva di aver trovato l’uomo della sua vita, era al settimo cielo. Ci mancherà tanto”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here